lunedì, novembre 20, 2006

Clamori e silenzi della politica: perché Israele possiede la bomba atomica?

La riflessione odierna, che spero di contenere in poco spazio, riguarda i modi (idola) ed i mezzi (gli arcana) della politica, o meglio di chi detiene il potere politico. Noi spesso ci troviamo coinvolti in grandi dibattiti che ci appassionano e spesso ci contrappongono artificiosamente e strumentalmente gli uni agli altri, Un ruolo importante esercitano gli organi di comunicazione (stampa e televisione). Appunto... Sto ascoltando il solito editoriale sapiente di Panebianco... su Gaza, Israele ed i suoi errori! Bah! Ma cerco di chiudere questa breve nota senza raccogliere la provocazione di Panebianco. Dico: chi dispone del potere dispone anche dei mezzi per stabilire il contenuto della comunicazione che a noi giunge attraverso i suddetti canali, soprattutto stampa (per i più colti) e televisione (per la massa che non può stancarsi gli occhi leggendo). Può perciò decidere cinicamente le notizie ed i contenuti per riscaldare il popolo, magari per prepararlo alla guerra. Un esempio a tutti noto è la bugia degli armamenti di Saddam per creare il tradizionale casus belli. Altri esempi possiamo trovarli in politica interna. Negli ultimi giorni delle ultime elezioni si è sottratto l'attenzione sulla soppressione dell'ICI promessa da Berlusconi e si è tirata fuori (se ben ricordo) il "coglione" che Berlusconi avrebbe dato agli elettori di Prodi, che giunto al potere grazie a quell'esiguo scarto di 24 mila voti ricambia tutti gli italiani "impazziti". Gli esempi potrebbero essere numerosi e istruttivi, ma questi giochi efficaci sui grandi numeri difficilmente possono attirare l'attenzione dei più. I clamori suscitati possono essere strumentali per distogliere l'attenzione su operazioni che invece si vogliono portare a compimenti lontano dai riflettori. Tra questi sistematici silenzi non solo a livello nazionali ma internazionale la mia riflessione si concentra su un fatto evidente ed elementare: Israele da parecchi anni dispone di un arsenale atomico superiore a quello di Francia ed Inghilterra. Perché mai ed a quale scopo? Questi strumenti di morte, superiore ad ogni olocausto nazista, perché sono legittimi in mano israeliane ed illegittime in altro mano? Come gli Stati arabi del Medio Oriente (il 98,8 per cento del territorio e della popolazione) possono sentirsi tranquilli con una simile pistola puntata? Che senso ha parlare di pace in una situazione simile? La risposta, o meglio, il seguito delle riflessione ai miei venti lettori!

LETTERATURA: verranno qui raccolti tutti i links che potro trovare sull'Atomica israeliana con documentazione iconografica.

1.
2.
3.
4.
5.

Nessun commento: