lunedì, novembre 27, 2006

Da che parte? Con Israele o con gli Arabi?

Era proprio lei. Fiamma Nirestein. Aspettavo di sentirne il nome da parte di Bordin di Radio Radicale che si avvale di periodiche interviste di informazione sulla situazione in Medio Oriente. Non pare dubbia l'orientamente filoisraeliano è della Nirestein e di Radio Radicale. Certamente io non dispongo di informazione accurate e dirette sull'evoluzione della situazione politico-militare in Palestina, Libano, Iran, ecc. Ma in questi casi credo vi sia più bisogno di concetti generali che non di cronache giornaliere, assai difficili da districare. Vorrei tentare di stabilire il punto di vista del puro diritto secondo quei criteri di giustizia che ci vengono abitualmente inculcati salvo poi a disattenderli sistematicamente.

Cosa è Israele? Intendo Israele oggi, non ai tempi dei Cananei del Vecchio Testamento. L'Israele all'indomani della seconda guerra mondiale. Lo Stato d'Israele – salvo mio errore in documentazione – viene creato ex nihilo in territorio abitati da tempo immemore da popolazione arabe. Dico intenzionalmente "arabo" per non dire Islam e conferire veste religiosa-confessionale ad un conflitto che per me è essenzialmente politico. Il concetto del politico può rivestire i panni più disparati, ma resta (...)...

(segue)

Nessun commento: