venerdì, maggio 23, 2008

Meglio aspettare

Ecco di seguito l’ultima Circolare Palmieri. L’on. Palmieri è il responsabile della comunicazione di Forza Italia con il quale ho già avuto un disgusto che non rendo pubblico. Ma lui sa e forse ancora ricorda. Già perche questi nostri uomini in parlamento, una volta eletti dimenticano abbastanza facilmente. Uno dei suoi compiti all'interno del partito è di mandare comunicazioni come quelle che seguono per mantenere in caldo la tifoseria. Ma è finito il tempo della politica come tifoseria, almeno lo spero, per il bene e la stima che ho dei miei concittadini. Non importa se e chi abbiano votato: tanto capitano sempre lì e se la prendono sempre in quel posto. L’immagine più autentica e rappresentativa degli italiani di questi momenti è quella di chi vediamo nei discount mentre osservando calcolando i prezzi delle merci esposte e fanno laboriosi e faticosi conteggi, per riuscire ad arrivare alla fine del mese mangiando senza essere costretti a diete forzate. Questo problema per fortuna non lo hanno i nostri parlamentari che numerosi quanto sfaccendati si affollano nelle due camere del parlamento, dove volendo fra gli infiniti privilegi hanno anche la possibilità di fare un pasto completo con qualche euro. Ma vediamo cosa ha da raccontarci l'on. Palmieri sul governo di papà Silvio:

Il governo Berlusconi è partito col botto, ma, soprattutto, mantenendo gli impegni assunti in campagna elettorale: a) primo consiglio dei ministri operativo a Napoli; b) abolizione dell'ICI, detassazione degli straordinari e intervento sui mutui come primi provvedimenti contro il carovita; c) forte intervento contro la criminalità e contro l'immigrazione clandestina, per ridare sicurezza alle nostre città; d) nuovo piano per l'emergenza rifiuti in Campania, con misure nuove e incisive. Questa è la "moralità del fare", cui spesso fa riferimento il nostro presidente: fare quello che si dice, mantenere gli impegni assunti con i cittadini.

Sul nostro sito, www.ilpopolodellaliberta.it , puoi dire la tua su questi primi provvedimenti in Spazio Azzurro e votare quale dei tre interventi contro il carovita preferisci. Si tratta senza dubbio di un ottimo inizio, superiore a quanto fatto nel 1994 e nel 2001, frutto dell'esperienza maturata in tutti questi anni e della conoscenza dei problemi e del funzionamento della macchina dello Stato. Se il buon giorno si vede dal mattino, questo primo consiglio dei ministri è stato sicuramente un "buon giorno". Si deve continuare così ma per portare a buon fine quanto cominciato serve il sostegno costante della nostra gente e una costante attività di buona comunicazione.
Ci lavoreremo, insieme...
Grazie per l'attenzione. Buona fine settimana,

on. Antonio Palmieri
responsabile comunicazione elettorale e internet Forza Italia /PDL

Il mio breve commento: meglio aspettare prima di prosternarsi in ringraziamenti. È ancora presto per giudicare, anche se la speranza di quanti hanno votato è che il governo (un governo quale che sia) potesse dimostrarsi capace di diradare le nuvole buie ben visibili all’orizzonte. Ed i provvedimenti da prendere sono migliaia di migliaia. Molti “affari” si consumano al riparo dalle luci del riflettore. Alcune tizie, madonne e madonnette, messe lì in lista e collocate in buona posizione per essere elette, già dimostrano di fottersene del popolo bue che le ha nominate per bocca di papà Fini. Loro manco si preoccupano del popolo italiano, ma già apertamente e sfacciatamente fanno gli interessi di uno stato estero che ce li ha pure collocate nel nostro parlamento, pagate con i nostri soldi. Se questo è il mattino…

PS - Temo che sulle discariche il decisionismo possa essere cieco. Non basta dare segni di energia. Bisogna che le decisioni siano giuste e producano gli effetti benefici e desiderati. Non sono un cieco ammiratore e sostenitore della parte che ho votato. Il guaio è che ormai l’omogeneità è tale per cui l’uno non è migliore dell’altro, ma se mai vi è una gara al peggio. Del resto, cosa possiamo fare? Imbracciare il fucile? È ciò che ho assolutamente escluso fin dall’inizio di questa avventura. Chi mi ha seguito lo sa. Per chi è giusto di passaggio non ho cosa fargli. Passi pure oltre.

2 commenti:

Antonio Caracciolo ha detto...

Ho appena rifiutato un commento. Mi ripugna un poco comportarmi così, ma non ho più tempo per gli idioti di passaggio. Metto impegno in ciò che scrivo, ma mi aspetto impegno e serietà da parte di chi vuole interloquire. Io non campo di pubblicità ed i blog non mi procurano nessun vantaggio in senso materiale. Ieri sentivo una bella frase di Scalzone: si decide di parlare e di scrivere, la parola detta tira fuori il pensiero. Ma con chi sa solo insultare e non vuole cercare di pensare io non ho più tempo da perdere. Vadano pure altrove.

Tiziano Tescaro ha detto...

Anche sul mio stò trattando un post sull’abolizione dell’Ici sal titolo “LA TRAPPOLA DELL’ABOLIZIONE ICI” ho in programma anche di realizzare delle interviste, e mi farebbe piacere avere un vostro commento. Vi aspetto e buona serata da Tiziano