martedì, luglio 18, 2006

In dissenso con Bonaiuti: io sto con gli Arabi

Alla Direzione Nazionale
di
Forza Italia

Come iscritto di Forza Italia dico a Bonaiuti che io sto dalla parte degli Arabi, non di Israele: può essere una sua opzione, ma non qualcosa che mi vincoli né come iscritto a FI né come elettore. Apprendo di una sua dichiarazione in tal senso da un passaggio televisivo. Non ho mai partecipato ad una riunione di partito dove si discutesse di politica estera. Non è ammissibile che la linea politica di un partito venga decisa da un personaggio che esprime opinioni personali imposte ad ogni iscritto e elettore di quel simbolo. E' un sistema fondamentalmente antidemocratico. E' esattamente l'opposto di una politica e di una forma organizzativa che pretende di essere liberale. E' inammissibile. In una società liberale ognuno ha diritto alle sue opinioni, che possono essere liberamente e civilmente confrontate, ma non può essere che uno fornisca a tutti gli altri la linea da seguire: credere, obbedire, combattere! Sono passati per fortuna quei tempi! Ancora una volta, in un momento di crisi interna ed internazionale, si nota l'assenza di dibattito interno e la pretesa di vincolare iscritti ed elettori con spot televisivi.

Antonio Caracciolo

Nessun commento: